Informativa Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. X
IT EN
MENU
ANBINFORMA
CAP 2020
AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE

Torna indietro
15/02/2017

IL CLIMA PRE-ELETTORALE RISCHIA DI RALLENTARE LE AZIONI CONTRO IL RISCHIO IDROGEOLOGICO

“La coalizione di enti e soggetti della rappresentanza, come geologi e ingegneri, che concorrono alla diffusione delle nuove linee guida per la progettazione degli interventi contro il rischio idrogeologico, testimonia finalmente una diffusa e concreta sensibilità sulle necessità di  rinnovata politica territoriale; è una pagina nuova, addirittura epocale, che non vogliamo sia pregiudicata ed impaludata dal clima politico pre-elettorale.”

A dichiararlo è Massimo Gargano, direttore generale dell’Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), intervenuto  alla tappa laziale dell’apposito programma di incontri (21 in tutta Italia) promossi da Struttura di Missione #Italiasicura, Ministero dell’Ambiente e Regioni.

“La partecipazione di tanti tecnici e professionisti al seminario di Roma – conclude il direttore generale ANBI – conferma la positiva azione in corso e che vede, tra i protagonisti, i consorzi di bonifica, impegnati quotidianamente nel garantire le condizioni di salvaguardia da frane ed alluvioni, ma anche nel promuovere la cultura del territorio, fattore indispensabile per il nuovo modello di sviluppo, cui l’Italia deve guardare.” 


Articoli correlati

Condividi