Informativa Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. X
IT EN
MENU
ANBINFORMA
CAP 2020
AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE

Torna indietro
11/04/2017

NUOVE SCOGLIERE A PROTEZIONE DEL PIAVE

Con l’inizio del 2017, il Genio Civile di Treviso ha effettuato la consegna dei lavori  per la realizzazione di alcune scogliere a protezione della sponda destra del fiume Piave e l’adeguamento delle quote arginali tra Candelù di Maserada e Saletto di Breda, dando seguito al programma da 2,7 miliardi di euro, che la Regione Veneto  intende investire per la sicurezza idrogeologica  e di cui sono già stati eseguiti o sono in fase di completamento interventi per oltre 900 milioni.

Preceduto da una verifica della presenza di ordigni bellici rimasti inesplosi durante la Prima Guerra Mondiale, l’intervento prevede il ripristino delle condizioni di funzionalità e sicurezza della difesa idraulica, lungo un tratto lingo circa 2.600 metri; per aumentare le condizioni di sicurezza della viabilità è stato inoltre previsto il ripristino del pacchetto stradale, compresa l’asfaltatura e l’inerbimento delle scarpate.

“Contiamo che i lavori, il cui costo complessivo sarà di circa un milione di euro – afferma l’assessore regionale alla difesa del suolo, Gianpaolo Bottacin - possano essere completati entro l’estate.”


Articoli correlati

Condividi