Informativa Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. X
IT EN
MENU
ANBINFORMA
CAP 2020
AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE

Torna indietro
17/05/2017

PRESENTATO UN PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DELLA SICUREZZA AMBIENTALE E DELLE RISORSE IDRICHE

“I Consorzi di bonifica dimostrano ancora una volta di saper coniugare sicurezza ambientale ed ottimizzazione d’uso delle risorse idriche, elementi fondanti di un modello di sviluppo, che pone al centro il territorio, i suoi paesaggi, la sua cultura, la sua storia, le sue eccellenze agroalimentari. In questo, va dato atto ai Governi attuale e precedente di credere nella Struttura di Missione #italiasicura, rivelatasi una scommessa vinta, perché giocata in sintonia con le realtà territoriali come, ad esempio, i Sindaci ed i Consorzi di bonifica.”

Ad affermarlo è Massimo Gargano, Direttore Generale dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela delle Acque Irrigue (ANBI), a Terni per la presentazione, cui hanno partecipato oltre al Presidente Manni e al Direttore Pagliari, molti Sindaci, il Presidente di ANCI Umbria e l’Assessore Regionale all’Agricoltura Fernanda Cecchini, di un progetto redatto dal locale Consorzio di bonifica Tevere Nera interessante la città di Terni e la sua agricoltura.

“E’ ormai chiaro a tutti che ambiente ed agricoltura sono in grado di fare economia sostenibile ed occupazione ed è da qui, che bisogna ripartire per orientare la ripresa dell’economia italiana. Per questo – conclude il Direttore Generale ANBI - bisogna cogliere le opportunità del Piano Nazionale di Sviluppo Rurale così come del Fondo Sociale di Coesione, rese disponibili nei giorni scorsi dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e dalla Corte dei Conti.” 


Articoli correlati

Condividi