Informativa Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. X
IT EN
MENU
ANBINFORMA
CAP 2020
AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE

Torna indietro
31/10/2017

AL VIA I LAVORI PER AMPLIAMENTO CANALE ALTIPIANO

Era già stata annunciata, lo scorso maggio, la ripresa dei lavori per l’intervento di ricalibratura del canale Altipiano; ora il Consorzio di bonifica Bacchiglione dà il via al cantiere. Hanno infatti avuto effettivo inizio, i lavori sul canale Altipiano, che percorre per oltre 20 chilometri il territorio della Saccisica, da Bovolenta a Codevigo.

Sono otto i comuni interessati (Codevigo, Arzergrande, Correzzola, Piove di Sacco, Pontelongo, Campagna Lupia, Brugine e Polverara) dall’intervento, il cui valore complessivo è di quasi 7 milioni di euro, finanziati dalla Regione Veneto con fondi per il disinquinamento della laguna di Venezia.

La salvaguardia ambientale è la prerogativa di questo intervento che, attraverso un aumento degli invasi e la rinaturalizzazione delle sponde, favorirà la riduzione delle sostanze nutrienti (azoto e fosforo), sversate in laguna. L’allargamento della sezione del canale e la realizzazione di sponde con minore pendenza migliorerà, inoltre, la sicurezza idraulica di un bacino esteso più di 6.000 ettari.

«Sono davvero soddisfatto per il fatto, che i lavori siano partiti nei tempi annunciati – afferma il presidente del Consorzio Bacchiglione, Paolo Ferraresso –. Si tratta di un intervento importante, che attraversa una parte estesa del nostro territorio; ora faremo in modo che i lavori procedano con efficienza e con il minor disagio possibile. La conclusione dei lavori appaltati, ossia per un tratto di 5 chilometri, è prevista per aprile 2018, in tempo per l’apertura della stagione irrigua.» 

Negli anni scorsi era stato eseguito un primo stralcio dell’intervento (lo sbarramento del canale Altipiano nei comuni di Brugine e di Codevigo;  il manufatto di derivazione dal canale Altipiano con immissione nella Cavaizza di Codevigo, in località “Botti”); ora rimane da completare la parte riguardante l’alveo del canale: abbassamento del fondo (in alcuni tratti di oltre 1 metro), difese delle sponde con pali e sasso, risagomatura delle rive con notevole ampliamento del letto.


Articoli correlati

Condividi