IT EN
MENU

Torna indietro
11/07/2018

ACQUA NEL CROTONESE: INCONTRO IN REGIONE

Nei giorni scorsi era stato  sollevato, da più parti (in primis, da Coldiretti), il problema della mancanza d’acqua e dell’allarme, in particolare  nel crotonese, per l’irrigazione della coltura dei finocchi, che vengono piantumati a settembre, chiedendo al presidente della Regione, Oliverio, di esercitare la “sovranità regionale” con un pronto intervento.

Così si è svolto  un incontro nella sede  del Dipartimento regionale Agricoltura  tra Coldiretti, “A2A” (multiutility, che gestisce i laghi silani) e il presidente del Consorzio di bonifica Ionio Crotonese . Due i punti, che sono stati  affrontati: il primo ha riguardato la prossima piantumazione dei finocchi e quindi la necessità di assicurare la fornitura dell’acqua per  poter far partire l’essenziale  programmazione  da parte delle aziende agricole; il secondo ha interessato  l’esigenza di dover rivisitare le attuali convenzioni, che risalgono al 1969, per un più equo utilizzo della risorsa acqua nel rispetto del principio stabilito dalla legge, che vede la priorità dell’idropotabile , poi dell’agricoltura e infine dell’uso industriale.

Da questo primo incontro è scaturito che  “A2A”  garantirà il rilascio dei volumi d’acqua necessari per la coltivazione dei finocchi (8-10 milioni di metri cubi), procrastinando per ora ogni decisione sulle modalità economiche;  è stata inoltre convocata, per il 18 luglio prossimo,  una nuova  riunione per iniziare la revisione delle convenzioni esistenti. 


Articoli correlati

Condividi