ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

SALVAGUARDIA IDROGEOLOGICA: IN VERSILIA, LE ASSOCIAZIONI ADOTTANO CORSI D’ACQUA E LE IMPRESE AGRICOLE MANTENGONO IL TERRITORIO

Pubblicato il 23/07/2018

FRANCESCO VINCENZI: "UN BELL'ESEMPIO DI SUSSIDIARIETA' ED AUTOGOVERNO DEL TERRITORIO DA PARTE DEI CONSORZI DI BONIFICA, CHE CREANO PARTECIPAZIONE E LAVORO IN TOSCANA COME IN ALTRE REGIONI D'ITALIA"

 

 Gli argini del lago di Massaciuccoli alla società Airone Kayak ed alla Pro Loco di Massarosa;  le rive del torrente Montignoso alla locale sezione della Società Nazionale di Salvamento; tre rii dell'Oltreserchio all'associazione Radio Club Valpac; i torrenti delle zone collinari di Camaiore alla "Misericordia" del posto: sono solo alcuni esempi di quanto si sta realizzando nei territori della Versilia dove, per iniziativa del Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord, le realtà di volontariato stanno "adottando" corpi idrici per coadiuvare l'opera di manutenzione consortile. La formula dell'adozione di corsi d'acqua e di  opere idrauliche impegna le associazioni del territorio a controlli periodici nella zona concordata ed a redigere  un rapporto mensile sull'esito dell'ispezione, in modo che i tecnici dell'ente consortile possano valutare la situazione e pianificare eventuali interventi. La principale attenzione è dedicata alla sicurezza idraulica, ma l'accordo trova i giusti spazi anche per la tutela dell'ambiente e per attività divulgative.

"Dopo le migliaia di accordi operativi con le amministrazioni locali in tutta Italia, è un ulteriore, bell'esempio di cosa vuol dire sussidiarietà ed autogoverno per i consorzi di bonifica che, nella manutenzione del territorio, coinvolgono anche la professionalità delle imprese agricole, creando così nuove opportunità di lavoro e valorizzandone la storica funzione di presidio territoriale – commenta Francesco Vincenzi, presidente dell'Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – Salvaguardare il territorio da frane ed alluvioni, creando i presupposti per lo sviluppo economico, è la più grande opera pubblica, di cui il Paese ha bisogno, capace di creare tantissime opportunità di nuova occupazione."

"In tutto il nostro comprensorio la formula dell'adozione sta dando ottimi risultati in termini di maggiore controllo e presidio dei corsi d'acqua - conclude Ismaele Ridolfi, presidente del Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord - Grazie alle diverse peculiarità, ogni associazione di volontariato riesce a dare un contributo importante ed un valido supporto ai nostri tecnici."

Articoli correlati