IT EN
MENU

Torna indietro
03/08/2018

ACQUA E CAMBIAMENTI CLIMATICI: PREMIO UE A PROGETTO LIFE “WSTORE2” DI VENETO AGRICOLTURA

“Best Life Project” al progetto “WSTORE2” realizzato dall’Agenzia regionale a ValleVecchia (Caorle, Ve), che offre soluzioni concrete e replicabili sulla governance dell’acqua. Il prestigioso titolo assegnato dal Comitato europeo LIFE ai migliori progetti a valenza ambientale compiuti nei 28 Stati Membri.

“Veneto Agricoltura” sulla pedana dei premiati dall’Unione Europea: un comitato ad hoc ha infatti riconosciuto la qualità e l’importanza di un progetto LIFE (il più importante programma europeo per l’ambiente) realizzato dall’agenzia regionale a ValleVecchia di Caorle. Più specificatamente, il Comitato Europeo LIFE ha selezionato, tra le centinaia di progetti  conclusi negli anni 2016-2017, i 62 migliori, conferendo loro il titolo di “Best Life Project”. Tra questi “WSTORE2 - Conciliare l’agricoltura con l’ambiente attraverso nuove forme di governance dell’acqua nelle zone costiere salmastre”, che tra il 2012 e il 2015 è stato coordinato da “Veneto Agricoltura” e realizzato in una sua azienda pilota nel veneziano.

Il “Best Life Project” è una selezione, che premia i progetti LIFE realizzati nei 28 stati membri della UE e che maggiormente si sono distinti per il loro grado di innovazione, trasferibilità, rilevanza per la politica ambientale, efficacia in termini di costi.

Il progetto WSTORE2, realizzato da “Veneto Agricoltura” in partenariato con il Consorzio di 2° grado per il Canale Emiliano Romagnolo, il G.A.L. (Gruppo d’Azione Locale) Venezia Orientale ed il Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Padova, ha dimostrato come sia possibile adottare tecniche innovative per conciliare agricoltura ed ambiente attraverso nuove forme di governance dell’acqua, con particolare riferimento alle aree costiere, che sono particolarmente sensibili ai cambiamenti climatici.

A ValleVecchia è stato progettato, realizzato e positivamente valutato un sistema automatizzato di gestione delle acque che, in seguito alla variazione dei parametri chimico-fisici nella rete di scolo e nel suolo (in particolare, la salinità), consente l’accumulo di acqua di qualità (a ridotto contenuto di sali) in un bacino dedicato o l’allontanamento dal reticolo idraulico, se l’acqua presenta alta concentrazione salina.

Il sistema, che si basa su chiaviche dotate di sensori e telecontrollate da uno specifico software, consente che l’acqua immagazzinata nel bacino possa essere utilizzata per molteplici funzioni: lavaggio dei terreni, creare/consolidare una falda d’acqua dolce sopra quella salata più profonda, ravvivare l’acqua nella rete di scolo, ristoro irriguo delle aree naturali, micro-irrigazione delle colture.

In altre parole, “WSTORE2” ha mostrato concrete soluzioni per mantenere importanti valenze naturalistiche, anche di elevato pregio, l’agricoltura e le altre attività economiche: in sintesi, la presenza dell’uomo  in zone costiere minacciate dal cambiamento climatico.


Articoli correlati

Condividi