IT EN
MENU

Torna indietro
13/03/2019

SI AVVIANO COLLABORAZIONI NEL SEGNO DELL’ACQUA PER I 500 ANNI DALLA MORTE DI LEONARDO

Si sono riuniti, a Milano, il presidente, Alessandro Folli e il direttore generale del Consorzio di bonifica  Est Ticino Villoresi, Laura Burzilleri, con i presidenti dell’Ente Nazionale Risi, Paolo Carrà e del Consorzio del Ticino, Alessandro Ubiali, presente anche  il direttore generale dell’Associazione d’Irrigazione Est Sesia, Mario Fossati.

L’incontro è ruotato attorno alle possibili iniziative da promuovere nel corso del 2019, per il cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci, in relazione alla valorizzazione dell’acqua distribuita, tra Lombardia e Piemonte, attraverso il sistema idrico artificiale, regolato dai Consorzi di bonifica.

Partendo dalla figura  emblematica  del grande genio rinascimentale (si dedicò nel corso della vita anche al perfezionamento funzionale dei Navigli)  e  dalla preziosa opera di intellettuali di rilievo del Risorgimento, come Camillo Benso di Cavour e Carlo Cattaneo  (si applicarono, tra le altre cose, alle teorie sulle tecniche agricole, alla bonifica dei terreni e alla canalizzazione delle acque) si vuole tentare un racconto sia del paesaggio che dello sviluppo economico-sociale di due regioni italiane, trainanti come Lombardia e Piemonte. Sullo sfondo, il qualificante ruolo dei Consorzi di bonifica, custodi dell’acqua e dei territori attraversati, nonché  la sottolineatura della centralità della risorsa idrica da tutelare soprattutto contro i falsi miti dello spreco incondizionato d’acqua irrigua e in particolare di talune pratiche, come quella della sommersione in risicoltura.

I partecipanti all’incontro hanno dato ampia disponibilità per la realizzazione di iniziative da promuovere dalla tarda primavera ed è già stata  calendarizzata, da parte del Consorzio di bonifica Est Sesia, la mostra “Leonardo, maestro d’acque  – Tracce del Genio nelle vie d’acqua nel territorio novarese”, prevista al Castello di Novara dal 22 maggio al 6 giugno: in esposizione, mappe, documenti e studi sulle rogge ed  i navigli di epoca sforzesca con allestimento delle macchine di Leonardo, conservate all’Ecomuseo del Mulino di Mora Bassa di Vigevano. E’ stato ipotizzato anche un momento di confronto da promuovere in autunno con il coinvolgimento di personalità di rilievo del mondo accademico, della cultura e dell’agricoltura.

“Intendiamo cogliere l’occasione di alcuni anniversari che ricorrono nel 2019, particolarmente significativi e di impatto, come quelli di Leonardo da Vinci o di Carlo Cattaneo, per promuovere una cultura rinnovata dell’acqua, che metta al centro la nostra agricoltura e i nostri territori. In sinergia con importanti partner, intendiamo veicolare una corretta informazione su alcuni grandi temi, estremamente urgenti, che è necessario raccontare con obiettività: il valore dell’acqua che distribuiamo, il suo utilizzo oculato anche a favore dell’ambiente, la tutela di un territorio sempre più fragile. Si tratta di comunicare  il lavoro quotidiano dei Consorzi di bonifica” osserva il Presidente di ETVilloresi, Alessandro Folli.


Articoli correlati

Condividi