IT EN
MENU

Torna indietro
29/05/2019

MALTEMPO SUL VENETO: ZAIA CHIEDE STATO DI CRISI PER TERRITORI COLPITI

In considerazione dei nubifragi, che stanno interessando il Veneto  con pesanti conseguenze per privati, famiglie, aziende, nonché per l’agricoltura e le opere pubbliche, il presidente della  Regione del Veneto, Luca Zaia, ha disposto che i decreti di stato di crisi, varati il 5 e il 21 maggio scorsi, siano estesi anche agli eventi meteorologici delle ultime ore.

Il presidente, inoltre,  è tornato a sollecitare  il  Governo affinché, considerata la gravità della situazione dell’agricoltura anche a livello nazionale, possa essere adottato uno specifico provvedimento di emergenza per il settore.

Intanto, nella prima metà della giornata di domani, si avvierà una diminuzione della nuvolosità sulla regione e che, con fasi più alterne sulla pianura, porterà per domani sera un cielo sereno o poco nuvoloso ovunque. Nel corso della giornata si registrerà anche un aumento delle temperature. Situazione che in linea di massima si confermerà anche venerdì con assenza di precipitazioni.

Le precipitazioni delle ultime ore hanno causato un incremento dei livelli idrometrici sui fiumi Brenta, Agno–Guà, Livenza e sui corsi d’acqua della rete scolante in laguna; si prevede che la loro entità rimarrà sostenuta o in ulteriore lieve crescita anche nelle prossime ore.


Articoli correlati

Condividi