IT EN
MENU

Torna indietro
05/08/2019

PARTE LA MOBILITAZIONE A DIFESA DEI CONSORZI DI BONIFICA CALABRESI

 Parte la mobilitazione di Coldiretti e ANBI Calabria a difesa dei consorzi di bonifica contro l’arroganza del Dipartimento Agricoltura di Regione Calabria, che vuole commissariare il Consorzio di bonifica Bacini dello Ionio Cosentino di Trebisacce con una procedura giudicata illegittima. Tutti a difesa dell’autogoverno dei consorzi di bonifica che la Giunta Oliverio, ormai a fine mandato (novembre 2019), vuole commissariare, dimenticando gli effetti devastanti per l’agricoltura ed il territorio, nonché per i dipendenti: quanto accaduto al Consorzio di Caulonia e all’ex Valle Lao di Scalea dovrebbe insegnare qualcosa!

“Giù le mani dai consorzi” “La Regione paghi i debiti ai consorzi, che ammontano a circa 83 milioni di euro”: sono solo due delle forti sollecitazioni di Coldiretti ed ANBI Calabria. 

“Raccogliendo le preoccupazioni di tutti i consorzi di bonifica riuniremo la Coldiretti della Calabria a Trebisacce, perché – dichiara Franco Aceto, presidente regionale di Coldiretti – non permetteremo a nessuno e per nessun motivo di affossare i consorzi di bonifica, vanificando anni di lavoro e sacrifici fatti con l’ autogoverno degli agricoltori. Mischiare le carte in tavola nell’imminenza, peraltro, delle elezioni nei consorzi di bonifica è evidente che si scontra con il protagonismo degli agricoltori e vuole annullare un processo democratico creando, artatamente ed in modo interessato, confusione. Rafforzeremo sempre di più la mobilitazione sull’intero territorio regionale davanti all’insipienza della Regione Calabria, che da molti anni ha trascurato i consorzi di bonifica con una manifesta ostilità del Dipartimento Agricoltura, costringendoli spesso a ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale in diversi procedimenti amministrativi, che hanno visto sempre la Regione soccombere” conclude.

 


Articoli correlati

Condividi