IT EN
MENU

Torna indietro
05/08/2019

BILANCIO DEI LAVORI DEL CANALE ALTIPIANO: PREVISTA PER FINE ANNO L’ULTIMAZIONE DEL TRATTO DI VALLE IL CONSORZIO DI BONIFICA BACCHIGLIONE RISPETTA LE SCADENZE

L’avvio della stagione irrigua ha fermato i lavori di escavo del canale Altipiano che riprenderanno all’inizio di ottobre da parte del Consorzio di bonifica Bacchiglione. La riapertura dei cantieri vedrà l’ultimazione dei due tratti di 4,2 km nei comuni di Codevigo e Arzergrande e di 6,2 km nei comuni di Arzergrande, Piove di Sacco e Brugine e la realizzazione di un ulteriore tratto di circa 5,1 km nei comuni di Brugine, Polverara e Bovolenta.

Gli interventi in corso su oltre 10 km di canale, insieme a quelli già ultimati su un tratto di 6,1 km a valle, hanno raggiunto un’estensione di oltre 16 km rispettando le scadenze previste. I lavori hanno comportato l’escavo del fondo del canale per circa 1 metro di profondità, l’allargamento e la sistemazione delle scarpate con pendenze minori e più stabili di quelle attuali e le operazioni di difesa di sponda mediante la posa di pali in legno e sassi, realizzate soprattutto nei tratti lungo i quali l’allargamento non è possibile per la presenza di strade e case.

«Sono molto soddisfatto della continuità che stiamo dando a questo intervento di grande importanza per il territorio. Grazie all’inverno favorevole e al ritardo nell’apertura della stagione irrigua abbiamo potuto rispettare le scadenze previste, arrivando addirittura in anticipo rispetto ai termini contrattuali e rispettando la promessa fatta ai sindaci – afferma il Presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione Paolo Ferraresso -. Ci tengo a sottolineare che il cantiere del tratto di valle poteva già essere concluso, ma a causa del tardivo spostamento del metanodotto da parte della ditta competente, presente in un tratto del canale, non abbiamo potuto concludere i lavori che verranno terminati entro l’anno».

La riapertura dei cantieri a partire dal 1° ottobre 2019 permetterà di completare i lavori già in corso. Verrà eseguito l’allargamento e la sistemazione delle scarpate per altri 4,5 km e gli interventi di difesa spondale per altri 2km circa. Infine si procederà all’apertura dell’ultimo cantiere per un tratto di canale di oltre 5 km. 


Articoli correlati

Condividi