IT EN
MENU

Torna indietro
24/03/2020

IL GELO SI ABBATTE SUI FRUTTETI

Sottozero per dieci ore tutta la Pianura Padana: dal - 1 della Bassa Padovana a – 4 gradi a Verona nel cuore della produzione frutticola.

“Troppo presto per fare un bilancio, ma per chi non ha acceso le ventole, né azionato gli impianti antibrina – spiegano i tecnici di Coldiretti Veneto – i danni su peschi ed actinidia potrebbero essere rilevanti come per le piantagioni di albicocchi e mele precoci, se già fiorite”.

L’ondata di freddo perdura e oltre agli alberi da frutto interessa anche le primizie degli orti, spuntate in anticipo come carciofi, asparagi, zucchine, piselli, insalate. Gli insetti utili come le api ingannate dal caldo che sono uscite dagli alveari presenti per ricominciare il loro prezioso lavoro di bottinatura ed impollinazione potrebbero risentire dello sbalzo termico. Coldiretti Veneto consiglia ai produttori, dove è possibile, di intervenire con l’irrigazione antibrina, che consente di mantenere la temperatura a zero gradi, ricoprendo gli organi vegetali con uno strato di ghiaccio.

E’ inoltre on-line il supporto sperimentale e gratuito dell’ARPAV (Agenzia Regionale Protezione Ambientale Veneto): A.N.GELA realizzato dal Servizio Agro-Biometeorologico, e che consente di ricevere, sul proprio telefonino,  uno  sms, che dà informazioni previsionali riguardanti le gelate tardive.  Basta registrarsi al sito www.arpa.veneto.it/cmt/agrometeo/tabellaDati.html per avere informazioni sull’evolversi della situazione.


Articoli correlati

Condividi