ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

SANTANASTASIO (PRESIDENTE ARCHEOCLUB D’ITALIA): “NEL PAESE SONO DECINE DI MIGLIAIA I SITI ARTISTICI E STORICI A RISCHIO ALLUVIONI E FRANE”

Pubblicato il 04/01/2021

"In Italia abbiamo 37.847 siti culturali, soggetti a fenomeni franosi e 31.137 a rischio alluvioni. In Puglia, ad esempio, ci sono i casi della fortificazione federiciana di Lucera, il centro storico di Polignano a Mare e quello messapico di Roca e San Foca; poi c'è Ginosa, nota come capitale della Magna Grecia, più volte travolta da alluvioni. In Abruzzo, il monumento della Madonna della Croce in Pietranico e l'annesso convento rischiano di scivolare a valle per  uno smottamento, mentre la chiesa di San Lorenzo in Nocciano, restaurata da non molto, è già chiusa per lesioni, perché si trova su una collina con alla base uno strato argilloso. In Italia i beni culturali potenzialmente soggetti a fenomeni franosi  sono 11.712 nelle aree a pericolosità elevata e molto elevata; raggiungono complessivamente 37.847 unità, se si considerano anche quelli ubicati in aree a minore pericolosità. I monumenti a rischio alluvione sono 31.137 nello scenario a pericolosità media, mentre raggiungono le  39.426 unità in quello a scarsa probabilità di accadimento o relativo ad eventi estremi."

A dichiararlo è  Rosario Santanastasio, geologo e Presidente Nazionale dell' ArcheoClub d'Italia, impegnato da 50 anni nella tutela del patrimonio archeologico, culturale, artistico, naturalistico del Paese e presente sul territorio nazionale con 140 siti gestiti da propri soci oltre ad essere attivo in Protezione Civile. 

Articoli correlati