ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

IN CAMPANIA: DISPONIBILITA’ IDRICHE IN CALO MA NON TROPPO

Pubblicato il 30/03/2021

Sulla Campania tornano le belle giornata con temperature in aumento e si registrano nuove diminuzionI idrometriche  su tutti i fiumi della regione. Il Sele presenta cali uniformi e contenuti, il Garigliano risente della diminuzione soprattutto nel tratto terminale, mentre il Volturno cala in maniera difforme a causa del concludersi delle manovre di chiusura delle paratoie sulla traversa di Capua Ponte Annibale, che ha colmato il bacino retrostante. Il lago di Conza della Campania e gli invasi del Cilento si segnalano in calo.

E' quanto emerge dall'indagine settimanale di ANBI Campania, in collaborazione con il Centro Funzionale Protezione Civile regionale e l'Ente per l'Irrigazione di Puglia, Lucania ed Irpinia.

Il fiume Garigliano presenta livelli idrometrici minori di quelli della settimana scorsa, ma evidenzia valori più elevati degli scorsi 4 anni  nel tratto finale, con il rilievo a Sessa Aurunca, che registra +54 centimetri sulla media del periodo.

Anche il Volturno rispetto alla settimana scorsa è da considerarsi in calo, così come il fiume Sele, che  si presenta in uniforme e contenuta diminuzione rispetto alla scorsa settimana

Per quanto riguarda gli invasi, la diga di Piano della Rocca sul fiume Alento scende a poco meno di 22,3 milioni di metri cubi e contiene il 90% della capacità, in diminuzione sulla settimana precedente di 672.478 metri cubi, ma con un volume superiore del 58,82% rispetto ad un anno fa. L'invaso di Conza della Campania è calato, in 12 giorni, di circa 900.000 metri cubi ma, con quasi 46,5 milioni di metri cubi, presenta una scorta idrica superiore di 10,5 milioni rispetto ad un anno fa.

Articoli correlati