ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

GABRIELE DE GASPERIS (SEGRETARIO GENERALE FILBI UILA): “GIU' LE MANI DAI CREDITI DEI CONSORZI DI BONIFICA”

Pubblicato il 13/04/2021

"Esprimiamo la nostra profonda preoccupazione per quanto previsto dall'art.4 del Decreto Sostegni che, stabilendo l'annullamento dei debiti fino a 5000 euro risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, rappresenta un attacco all'attivita' dei consorzi di bonifica, che francamente non ci saremmo aspettati dopo un anno terribile, in cui gli enti non hanno mai smesso di garantire i servizi": è quanto dichiara il segretario generale di Filbi-Uila, Gabriele De Gasperis.

"Si tratta di una scelta sbagliata –prosegue - che colpisce servizi essenziali per la produzione agricola e per la sicurezza dei cittadini in un momento, tra l'altro, in cui il Paese vive una fase di drammatica fragilita'. Indebolire il presidio dei consorzi nei territori è una scelta miope, che rischia di fiaccare il settore primario e di trascurare colpevolmente la sfida rappresentata dagli effetti dei cambiamenti climatici. Si tratta di una scelta iniqua e paradossale in quanto, non potendo riscuotere i propri crediti, i consorzi saranno, in molti casi, costretti ad aumentare la contribuzione a carico dei consorziati, penalizzando cosi' proprio coloro, che hanno sempre corrisposto i tributi in modo regolare. Per questo  auspichiamo che, nei prossimi passaggi parlamentari, la norma venga modificata, escludendo i tributi consortili tra quelli interessati dall'annullamento previsto dall'articolo 4 del DL Sostegni" conclude De Gasperis.

Articoli correlati