ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

GRANDINATE, VENTO E ALLAGAMENTI NEL NORD ITALIA. IN VENETO AVVIATO LO STATO DI CRISI E LO STATO DI CALAMITA’ PER LE ATTIVITA’ AGRICOLE

Pubblicato il 09/07/2021

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia ha dichiarato lo stato di crisi a seguito delle violente grandinate, degli allagamenti e delle forti raffiche di vento, che ieri hanno interessato molte zone del Veneto: in particolare il Veronese, il Vicentino e aree del Padovano, del Trevigiano e del Bellunese.

Il decreto rimarrà "aperto" in attesa che i Comuni interessati effettuino le opportune ricognizioni ed il censimento dei danni provocati dal maltempo ad opere pubbliche e privati.

Contestualmente il presidente, Zaia, ha avviato le procedure per lo stato di calamità naturale, per il ristoro ai danni, che hanno interessato le attività agricole.

Malga Pian di Granezza, storica produttrice di Asiago D.O.P., è stata distrutta dal maltempo. Il Consorzio Tutela Formaggio Asiago, da sempre attento alla difesa del patrimonio storico e culturale che le malghe tramandano, ha già stanziato fondi per la sua ricostruzione e ha dato il via D una raccolta fondi su piattaforma crowfunding https://buonacausa.org/cause/salviamomalgagranezza.

L'avversità atmosferica ha interessato anche  altre regioni del Nord Italia, dove si contano milioni di euro di perdite causate dal clima in un'estate 2021 bollente e siccitosa, in cui si contano fino ad ora già 149 eventi estremi secondo i dati dell'European Severe Weather Database (ESWD). E' quanto emerge dall'analisi di Coldiretti in riferimento all' ondata di maltempo, che ha colpito soprattutto Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia e Veneto, devastando mais, soia, frutteti, vigneti pregiati ed ortaggi in pieno campo; una vera calamità in un momento particolarmente delicato per le coltivazioni agricole con le raccolte in corso, mentre ci si avvicina alla vendemmia. 

Articoli correlati