ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

NUOVE CONDOTTE DISSETERANNO 11.000 ETTARI

Pubblicato il 30/08/2021

Dalle prossime stagioni irrigue il comprensorio consortile Sanvitale, che copre una consistente fetta della Food Valley parmense (un'area agro-zootecnica di ben 11.000 ettari e che vanta produzioni agricole di pregio, nonché  la presenza di numerose aziende vocate alla produzione del Parmigiano-Reggiano) potrà trovare sollievo durante i periodi siccitosi, grazie alla realizzazione della condotta di alimentazione e scarico dei bacini irrigui di Medesano (importo complessivo: 1.858.000 euro, di cui € 1.500.000,00 finanziati dalla Regione Emilia-Romagna, grazie al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020; la restante cifra è invece investita dal Consorzio di bonifica Parmense, che sovrintende all'intervento curando la direzione lavori), destinata a garantire, una volta completati anche i bacini, complessivamente oltre 3 milioni di metri cubi di risorsa idrica al vasto comprensorio, che si snoda tra i comuni di Medesano e San Secondo Parmense.

"La salvaguardia della risorsa idrica passa anche dall'efficientamento delle condotte irrigue attraverso una progettualità mirata per un utilizzo più consapevole e performante in agricoltura durante l'irrigazione – sottolinea la presidente dell'ente consorziale, Francesca Mantelli – Ringrazio la Regione Emilia-Romagna per il sostegno in questo capillare investimento a beneficio del bacino del fiume Taro e di tutto il territorio circostante."

"L'acqua è vita, dobbiamo tutelare la risorsa idrica per l'uomo e per le funzioni irrigue agricole, altrimenti non siamo nelle condizioni di produrre cibo per le nostre tavole – evidenzia l'assessore all'agricoltura di Regione Emilia-Romagna, Alessio Mammi – L'intervento a Medesano rientra in questo quadro: abbiamo bisogno di conservare l'acqua nel caso di precipitazioni atmosferiche, sfruttando la capacità degli invasi per poterla poi utilizzare, quando serve. I miei complimenti vanno al Consorzio della bonifica Parmense e al sistema regionale delle Bonifiche per la grande competenza tecnica ed amministrativa, che garantisce efficienza e realizzazione di opere a servizio dell'agricoltura."

Esprime soddisfazione anche Francesco Vincenzi, presidente di ANBI: "I consorzi di bonifica continuano a fornire risposte di fronte ai cambiamenti climatici, in particolare nel sostegno al settore agroalimentare, che necessita di utilizzare al meglio la risorsa idrica. Il Recovery Plan è un'opportunità per il Paese, ma occorre vincere le burocrazie, che bloccano le grandi opere, perchè i consorzi, grazie alla loro conoscenza dei territori, alla capacità di progettazione e di esecuzione degli interventi sono altresì al passo delle tempistiche europee."

Articoli correlati