ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

ECCO GLI OBIETTIVI AMBIZIOSI DEL CB2

Pubblicato il 12/01/2022

Oltre 15 milioni di euro da investire sul territorio per preparare il reticolo idraulico alle conseguenze  dell'emergenza climatica: più di 8 milioni arrivano da finanziamenti diversi dal contributo di bonifica e serviranno per rafforzare l'indispensabile lavoro di prevenzione; ancora da quantificare gli importi delle manutenzioni dei corsi d'acqua di competenza regionale, nonchè delle attività cofinanziate dagli enti locali e che saranno oggetto di apposite convenzioni con ulteriori investimenti per la mitigazione del rischio idrogeologico locale. Ecco quanto prevede il bilancio preventivo, approvato dal Consorzio di bonifica 2 Alto Valdarno.

A fare la parte del leone è ancora una volta la voce relativa alla manutenzione ordinaria sugli oltre 1.100 chilometri del reticolo idraulico in gestione. L'ampia opera di prevenzione programmata  sarà realizzata, in parte, in amministrazione diretta e, in parte, attraverso l'affidamento  ad  imprese del territorio.  In tutto, la stima è di  € 6.607.510,30  in  lavori,  3 milioni di euro in meno rispetto a quelli,  che si otterrebbero, applicando i costi standard regionali.

Dichiara la presidente dell'ente consortile, Serena Stefani: "Cinque interventi strategici interesseranno le aree colpite dall'alluvione del luglio 2019. Proseguirà la sistemazione del fiume Arno a San Giovanni Valdarno, con il ripristino della sezione idraulica e la realizzazione di opere di protezione spondale; prenderanno forma anche gli  interventi straordinari sul torrente Oreno, nei comuni di Laterina Pergine Valdarno  e Terranuova Bracciolini.  Oltre un milione e mezzo di euro, resi disponibili dal Piano Stralcio 2018, consentiranno di portare a termine cinque progetti sollecitati da cittadini ed amministratori locali, compreso il ripristino di un'erosione spondale dell'Arno a Montevarchi. Il 2022 sarà anche l'anno del potenziamento della distribuzione dell'acqua alle imprese agricole: oltre a realizzare il Distretto 8 in località Cardeta, nel comune di Castiglion Fiorentino e finanziato con risorse del Programma di Sviluppo Rurale 2018-2021, il Consorzio punta a conquistare le risorse messe a disposizione dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, nonchè da altre linee di finanziamento europee e nazionali per portare avanti lo sviluppo delle reti. Con il bilancio previsionale, la Regione Toscana ha annunciato la disponibilità ad estendere il sostegno alla progettazione anche ai consorzi di bonifica. Ci auguriamo  che,  una volta a regime, il provvedimento consenta di mettere a disposizione le risorse necessarie per la progettazione esecutiva del Distretto 23,  aumentando così le chance di poter intercettare i finanziamenti necessari alla sua realizzazione." 

Articoli correlati