ANBINFORMA AMBIENTI D’ACQUA MAGAZINE IRRIGANTS EUROPE CAP2020 PROGETTI ANBI
ITEN
Menu mobile
Torna indietro

TRE MILIONI ALLA MANUTENZIONE DEI CORSI D’ACQUA MINORI

Pubblicato il 01/12/2015

Ben 3 milioni di euro saranno destinati dal Consorzio di bonifica delle Marche all'entroterra della regione: serviranno per la manutenzione straordinaria del reticolo idrografico minore e per rendere il territorio meno soggetto al rischio idrogeologico. A deciderlo è stata l'assemblea consortile (costituita da sindaci e rappresentanti di agricoltori, artigiani, associazioni ambientaliste) che ha anche stabilito di "partire" dalle zone montane, che in passato hanno meno beneficiato dell'attenzione degli enti.

"Del resto i fiumi occorre metterli in sicurezza già dove nascono – sottolinea Michele Maiani, presidente dell'assemblea consortile - Solo così si potranno evitare le frequenti situazioni critiche che si verificano alla foce." Per quanto riguarda i comuni e le aree, che beneficeranno dei fondi,  Maiani afferma: "A stabilire le priorità saranno le Unioni dei Comuni, che stanno già raccogliendo e predisponendo i progetti; il tutto sarà poi concertato con la Regione e le Province . I primi interventi partiranno già nella prossima fine primavera, quando sarà finito il fermo riproduttivo."

Ma dall'assemblea del consorzio sono emerse anche altre indicazioni strategiche per il territorio. Per esempio si è parlato della manutenzione straordinaria delle strade interpoderali e vicinali di tutta la Regione.

"E' in previsione la costituzione dei consorzi stradali – chiarisce Maiani – chiesti a gran voce da più fronti. In tale ambito il nostro ente di bonifica supporterà i Comuni nella consulenza tecnica e amministrativa sia per la costituzione dei consorzi stradali che per il reperimento delle risorse nel Piano di Sviluppo Rurale."

L'assemblea ha anche approvato il budget 2016.

Entro la fine dell'anno, inoltre, l'ente presenterà il bilancio dei sopralluoghi eseguiti, dei lavori assegnati e di quelli compiuti nei 6 comprensori regionali e presenterà le linee guida per la redazione del Piano Generale di Bonifica, che sarà approvato nel corso del 2016.

Articoli correlati